STABILITA’ ALBERI

INDAGINI DI STABILITA’ DELLE ALBERATURE

La presenza nelle nostre città di vecchie alberature rende oggi indispensabile ricorrere a tecnici specializzati nella stabilità alberi, allo scopo di valutarne la staticità e prevenirne la caduta attuando la loro messa in sicurezza.
Le più comuni forme di indagini conosciute sono la VTA, la SIA ed in esclusiva per l’Italia la SIM con Picus Treeqinetic.
L’indagine VTA (Visual Tree Assessment) consiste nell’osservazione strutturale della pianta, cercando di individuare gli eventuali difetti strutturali, in conformità del protocollo definito dalla Società Italiana di Arboricoltura. Per ogni pianta analizzata viene redatta una scheda che ne riporta i parametri strutturali, evidenziandone eventuali problemi. Alla pianta viene assegnata una specifica classe di rischio denominata F.R.C. (Failure Risk Class).
L’indagine SIA (Static Integrated Method) applica parametri legati più alla scienza ingegneristica che a quella vegetale. Questa analisi considera rispettivamente i parametri del carico, del materiale e la geometria. Per eseguire una indagine SIA occorre quindi conoscere l’altezza e la forma dell’albero, la sua esposizione e le dimensioni del tronco. I risultati ottenuti dopo una serie di calcoli e raffronti a parametro, indicano la quantità di legno sano, espresso in cm, indispensabile affinchè la pianta non corra il rischio di cadere. Nel caso di un rischio statico, l’indagine andrebbe a determinare i cm (o metri) di riduzione della chioma necessari a riportare la pianta in sicurezza.

Stabilità alla rottura

L’investigazione della stabilità alla rottura valuta la capacità di carico del fusto sulla base dei risultati delle prove di trazione e la compara con il carico del vento ad aspettare.

stabilità-alberiValutazione statica dei dati misurati

Con la prova di trazione si misura l’inclinazione delle fibre sull’influenza di un carico definito. A base dei valori forza/inclinazione Arbostat calcola la migliore correlazione lineare e valuta la qualità dei risultati misurati per mezzo dei parametri statiche. Deviazioni della deformazione aspettata sono analizzate e interpretate riguardante lo stato dal corpo legnaceo.

Calcolazione della deformazione nella prova di trazione

Conforme alla legge di Hook Arbostat extrapola la deformazione misurata fino al limite di elasticità del legna verde. C’è un catalogo di valori indicativi per qualsiasi specie arborea a disposizione. Come valore limite sta sempre definito il punto, oltre il quale la deformazione non sia più elasticamente reversibile e le fibre siano danneggiate di forma durabile.

Risultato della misurazione e valutazione tutto in uno sguardo

I valori forza-deformazione misurati e la linea di compensazione sono ripresentati in forma di un diagramma. Poiché la linea ripresenta il comportamento delle fibre marginali sotto carico, si può indicare da ciò il carico di fallimento. In conseguenza, il corso della linea ripresenta i margini di sicurezza contro la rottura.

alberiCarico del vento

L’impatto del vento agli alberi è determinato di parecchi fattori. Seppure non siano prevedibile esattamente, queste estimazioni di carico sono indispensabili per le considerazioni di sicurezza. Arbostat offre una possibilità comprensibile per estimare il carico del vento ad aspettare.

Parametri del vento secondo le norme

Arbostat segue all’approccio calcolatore dall’Eurocode 1. Per mezzo di categorie di terreno secondo gli standard nazionali dell’aerodinamica degli edifici si valuta che influenza avranno l’urbanizzazione e la topografia sulla struttura del vento. Per di più, si fanno gli adattamenti alle influenze dalle correnti aeree a piccola scala come per esempio a causa degli edifici vicini o sottoboschi.

Valutazione del comportamento dinamico

Le strutture sensibili alle vibrazioni reagiscono dinamicamente en una corrente di vento turbolente. Intanto che la risonanza può causare vibrazioni più forti, le forze massimali sono ammortizzate per mezzo dell’attenuazione. Negli anni passati, questi fenomeni sono stati esaminati scientificamente per il caso degli alberi.

Carico del vento equivalente statico

Arbostat pone a disposizione i risultati attuali per valutare le caratteristiche di vibrazione degli alberi. Secondo le specificazioni della DIN1055-5 un carico equivalente statico sta valutato che provoca la stessa deviazione come una raffica. In questo modo, si possono comparare i risultati dei metodi statiche come per esempio le prove di trazione colle influenze dinamiche del vento.

Stabilità al ribaltamento

Per valutare la stabilità al ribaltamento si esamina come bene è ancorato la radice. Alterazioni per danni si riconosce nel corso dell’inclinazione.

Corso del ribaltamento con inclinazioni piccole

I valori forza-inclinazione hanno un corso molto similare all’inizio del processo di ribaltamento anche con alberi in ubicazioni differenti. L’inclinazione nella prova di trazione è comparata colla curva tipica e forma la base per la progettazione.

Valutazione del carico di ribaltamento

Per mezzo delle correlazioni conosciute Arbostat denota il carico di fallimento uscente da un valor limite definito. Come il comportamento d’inclinazione è molto più disperso da questo punto, si utilizza un estimo conservativo.

Rappresentazione grafica delle riserve di sicurezza

Basato nell’influenza del vento ad aspettare e la prognosi del carico de vento si elabora un estimo di sicurezza in forma di diagramma. Con il corso dei valori d’inclinazione si può riconoscere immediatamente, se il comportamento nella prova di trazione accorda colle assunzioni utilizzate per la progettazione.